Job Stress Index

Dal 2014 pubblichiamo tre resoconti l’anno in merito agli effetti dello stress lavoro-correlato sulla salute e sulla produttività delle persone attive: Job Stress Index, la percentuale di spossatezza e il potenziale economico delle misure di miglioramento del Job Stress Index. Contiamo sul sostegno dell’Università di Berna e della ZHAW Università di Scienze applicate di Zurigo.

Job Stress Index 2015

I risultati dell’indagine condotta nel 2015 si possono riassumere come segue:

  1. Un lavoratore su cinque (22,5 %) soffre di stress sul posto di lavoro, ovvero i fattori di carico superano le risorse.
  2. Un lavoratore su cinque (22,6 %) prova un senso di spossatezza.
  3. La percentuale di spossatezza è determinata in larga misura dalle condizioni di lavoro.
  4. Lo stress costa ai datori di lavoro 5 miliardi di franchi ogni anno.
  5. I fattori di carico persistenti incidono negativamente su salute e soddisfazione sul lavoro e incrementano la probabilità di dimissioni.
  6. L’obbligo percepito di essere reperibili durante il tempo libero ha ripercussioni negative sulla salute. 
       

Job Stress Index 2014: per il 24,8% delle persone attive in Svizzera, il carico lavorativo eccede, in proporzione, le risorse per fronteggiarlo

Con il Job Stress Index rileviamo le condizioni lavorative e traiamo conclusioni circa il rapporto tra le risorse e il carico sul posto di lavoro. Allo scopo di seguire lo sviluppo della situazione relativa allo stress sul lavoro, dal 2014 effettuiamo online una rilevazione rappresentativa.

Il Job Stress Index 2014 corrisponde a 50,03 punti. Questo significa che in media, per le persone attive in Svizzera, il carico lavorativo equivale alle risorse. Tuttavia, quasi un lavoratore su quattro (24,8%), cioè più di un milione di persone, ha un Job Stress Index di 54,1 punti e più. Per queste persone, il carico lavorativo sul posto di lavoro eccede rispetto alle risorse. Affinché esse possano mantenere salute ed efficienza occorre ridurre il carico lavorativo e aumentare le risorse.

La percentuale di spossatezza rileva il grado di spossatezza dei lavoratori e costituisce un dato importante per la situazione attuale. La spossatezza si manifesta con la sensazione di sovraccarico, perdita di energia e logoramento. Essa è l’elemento centrale e più evidente facente parte delle tre dimensioni del burnout.

Percentuale di spossatezza 2014: un quarto della popolazione attiva in Svizzera è abbastanza o considerevolmente spossata

La percentuale di spossatezza rilevata nel quadro del Job Stress Index 2014 è del 24,0%. Ciò vuol dire che circa un quarto di tutte le persone attive in Svizzera (24,0%) - ossia più di un milione di persone - è abbastanza (17,9%) o fortemente (6,1%) spossato.

La relazione tra il Job Stress Index e la percentuale di spossatezza è stretta: un Job Stress Index elevato corrisponde a un’alta percentuale di spossatezza.

Potenziale economico 2014: se l’economia svizzera ottimizza il Job Stress Index, è possibile un aumento della produttività pari a CHF 5,58 miliardi.

Il potenziale economico indica possibili aumenti di produttività per l’economia svizzera in relazione a misure di miglioramento del Job Stress Index. Calcoliamo in che misura migliorerebbe l’intera produttività nel caso in cui fosse possibile raggiungere un rapporto ottimale tra carico e risorse.

Il potenziale economico indicato nel quadro del Job Stress Index 2014 ammonta a CHF 5,58 miliardi. Il calcolo si basa sui seguenti fattori:

  • migliore performance del lavoro, pari al 75% (CHF 4258 miliardi), e
  • la riduzione delle assenze, pari al 25% (CHF 1321 miliardi).