Call for Proposals

Nel documento Call for Proposals 2019 sono riportate tutte le informazioni riguardanti l’attuale ciclo di sostegno. Dall’19 novembre 2018 al 15 marzo 2019 sarà possibile presentare la propria richiesta sotto forma di bozza di progetto mediante l’apposito modulo online.

Tutte le informazioni sull’attuale ciclo di sostegno

►Promozione di progetti PADC: Call for Proposals 2019


Sulla base dei feedback relativi al ciclo di sostegno 2018 vengono adeguati i punti di seguito elencati:

  • D’ora in poi il coinvolgimento dei cantoni avverrà già nel quadro dell’elaborazione delle bozze dei progetti. Nelle loro bozze e richieste di progetto i richiedenti dovranno illustrare come si svolgerà la collaborazione con gli enti cantonali, soprattutto con le amministrazioni cantonali. In pratica, unitamente alle loro bozze e richieste, i richiedenti dovranno presentare anche le dichiarazioni d’intenti del cantone.
  • In collaborazione con il Segretariato centrale della CDS, per i feedback da parte dei cantoni viene concesso, per quanto possibile, più tempo.
  • L’attuale commissione di esperti viene ampliata con l’aggiunta di alcuni rappresentanti e la sua funzione viene formulata ex novo.
  • Allo scopo di contenere l’onere dei richiedenti, per le bozze dei progetti e le richieste di progetto nell’ambito di sostegno II (richieste degli attori per finanziamenti seed) è stato ridotto il numero di criteri di valutazione/di qualità da soddisfare.
  • Per promuovere la trasparenza e invitare gli attori a collaborare tra loro, una volta scaduti i rispettivi termini di presentazione, Promozione Salute Svizzera divulgherà i dati sul richiedente principale, il titolo del progetto, la descrizione riassuntiva, i gruppi target e l’ambito di sostegno. Sarà messa altresì a disposizione una piattaforma digitale sulla quale tutti i richiedenti potranno pubblicare le descrizioni globali dei propri progetti su base volontaria.
  • Inoltre, in futuro si terrà periodicamente una manifestazione informativa, organizzata da PSCH e dall’UFSP, per tutte le cerchie interessate. L’UFSP è responsabile dello scambio di informazioni riguardanti la prevenzione nell’ambito delle cure in generale e della relativa piattaforma.
  • In futuro, oltre alle lettere di rifiuto personalizzate per le richieste di progetto, già i rigetti concernenti le bozze dei progetti conterranno delle indicazioni individualizzate per quanto riguarda il contenuto.
  • Nei contratti viene stabilito che i diritti immateriali restano agli organi responsabili del progetto. La formulazione riguardante i diritti di utilizzazione viene controllata ed eventualmente adeguata per il futuro.
  • Un altro adeguamento concerne i cicli di sostegno nell’anno civile che saranno al più presto anticipati di almeno 2 mesi per concludere il processo di selezione e di decisione a settembre.