Attività fisica nelle persone anziane

Il movimento regolare rappresenta un fattore fondamentale per la protezione della salute e produce gli effetti benefici più stabili sullo stato di salute e sull’autonomia in età avanzata.

L’attività fisica in età avanzata consente non solo di evitare o ritardare l’insorgenza di numerose malattie psico-fisiche e alterazioni umorali, ma pure di incidere positivamente su disturbi cronici già in atto. Anche le persone più avanti negli anni affette da problemi di salute o disabilità traggono profitto dagli esercizi fisici, a condizione che vengano adattati alle loro esigenze personali.

Raccomandazioni per il movimento delle persone anziane

Attualmente si consiglia alle persone anziane quanto segue:

  • attività fisica di media intensità per almeno 2,5 ore alla settimana, oppure
  • pratica ad alta intensità di una disciplina sportiva per 1,25 ore alla settimana

In età avanzata, le differenza tra una persona e l’altra si fanno ancora più accentuate. Coloro che presentano una costituzione più robusta possono in genere seguire le raccomandazione per adulti, altri più deboli o addirittura bisognosi di assistenza sono spesso soggetti a più patologie o a impedimenti funzionali e denotano una scarsa vitalità. Per loro le raccomandazioni devono essere opportunamente adeguate.

Si consiglia di promuovere due forme di movimento, diverse ma complementari:

  • attività fisica quotidiana, e
  • partecipazione a programmi specifici di attività fisica

Quasi una persona su quattro (24%) tra i 65 e i 74 anni e quasi una persona su due (45%) dai 75 anni in su non fa sufficiente movimento.

Prevenzione delle cadute per le persone anziane

Le cadute in età avanzata causano spesso lesioni, lunghe complicanze, riduzione dell’autonomia, una maggiore necessità di cure come pure quasi 1300 decessi all’anno. Gli infortuni in seguito a caduta di ultrasessantacinquenni generano una spesa annua in Svizzera che supera 1,4 miliardi di franchi.

Una prevenzione efficace delle cadute delle persone anziane contribuisce in larga misura a evitare pesanti ripercussioni sulla salute e casi di morte, a mantenere la qualità di vita e l’autonomia in età avanzata e ad arginare l’impennata dei costi nel settore sanitario. Attraverso un allenamento del corpo il rischio di cadute si riduce del 30-50%.

Elementi importanti della promozione del movimento e della prevenzione delle cadute:

  • combinazione di movimento e incontro
  • infrastruttura adatta agli anziani che favorisce il movimento
  • potenziamento della forza e dell’equilibrio integrato da componenti di mantenimento della mobilità e della funzionalità
  • grande varietà di esercizi per allenare i diversi fattori che concorrono alla prestazione fisica
  • riduzione delle fonti di pericolo all’interno della propria abitazione
  • uso di teorie di psicologia comportamentale e di tecnologie per incrementare la motivazione
  • raccomandazioni chiare e a bassa soglia
  • coinvolgimento di personale sanitario specializzato e supporto sociale