Partecipazione sociale

La partecipazione sociale è l’integrazione di persone anziane nella collettività di famiglie e amici, ma anche nella società nel complesso. Soprattutto in seguito ad avvenimenti critici della propria vita, come separazioni, decessi o il pensionamento, le persone anziane sono particolarmente esposte al rischio di isolamento sociale e di solitudine.

Nonostante il venir meno delle capacità fisiche e cognitive, il benessere psichico nella terza età di norma non ne risente, anzi, grazie a notevoli capacità di adattamento e di autoregolazione (coping adattivo) tende a stabilizzarsi su un livello ancora più alto. In particolare, nella terza fase della vita (tra i 65 e i 79 anni) il grado di soddisfazione per la propria vita, la vitalità e la sensazione di benessere sono generalmente elevati e persino superiori a quelli delle fasce d’età più giovani.

Avvenimenti critici della propria vita possono causare isolamento

Sulla salute psichica nella terza età incidono soprattutto gli episodi critici della propria vita. Gli avvenimenti critici vissuti nella terza età sono prevalentemente le perdite affrontate, fra cui rientrano ad esempio la separazione, i decessi e il pensionamento. A causa di episodi critici della propria vita le persone anziane sono particolarmente esposte al rischio di isolamento sociale e di solitudine. La presenza di una rete sociale e la partecipazione sociale si riducono sensibilmente in età avanzata, in particolare a partire dai 75 anni.

La solitudine ha spesso diverse conseguenze sulla salute

Le persone anziane che si sentono sole non hanno solo un’aspettativa di vita ridotta, ma soffrono con più frequenza di pressione arteriosa alta e di sintomi depressivi. Inoltre dormono peggio, fanno meno movimento, sono soggetti a uno stress maggiore e si ammalano più spesso di demenza senile.

Stimoli e possibilità di creazione di partecipazione sociale

Un importante approccio per la promozione della salute psichica in età avanzata consiste quindi nella creazione di svariati stimoli e possibilità di partecipazione sociale. Si possono così potenziare le risorse sociali delle persone anziane.